Leggi i capitoli

Statistics

Content View Hits : 551501

JComments Latest

  • xhxpptu http://www.or-design.fr/disruptor-fila-2-8...
  • zmuvrey http://www.taxymoto.es/adidas-tubular-runn...
  • Salomon Gtx 3d If you've imagined learning to be a...
  • rgddsua http://www.probaiedumontsaintmichel.fr/669...
  • You actually make it seem so easy with your presen...


Designed by:

Ashton Blackmore PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Sunday, 25 April 2010 12:53

Ashton Mikhael Blackmore di Blackmore (Immagine di Elisa Giampaoletti) Capelli neri, occhi viola scuro, nato Blackmore e vampiro di stirpe di sangue Blackmore.
Componente della famiglia di Reggenza della Nazione di Altieres, vampirizzato all’età di ventotto anni nel pieno di una splendente bellezza, da trecento anni protegge i componenti e i segreti della sua famiglia. Da giovanissimo è stato uno spensierato seduttore che i genitori, esasperati, avrebbero voluto rinchiudere in monastero, ma il suo padre confessore aveva sentenziato che un prete troppo bello porta sfortuna.
La maturità gli ha potato la decisione di votare un’esistenza immortale al servizio della propria famiglia, il trascorrere dei secoli un potere notevole e l’esperienza e la forza di un soldato. L’indole gentile emerge sotto strati di esperienze dolorose e affetti perduti, è molto attratto dagli umani che tratta con considerazione e a volte con una certa, divertita, condiscendenza.

- Per età, se fosse ancora su questa terra, sarebbe il decano di tutti i non morti di questa città e della maggior parte di quelli delle Nationes riunite – spiegò Adrian e dalla sua voce non trapelava altro che un’eco di assenza, come se la sua mente stesse osservando qualcosa di remoto - Era molto antico, esisteva prima di me e prima di Christabel e naturalmente di Cain -

 

Ashton girò gli occhi per incontrare i suoi – Stai mentendo –
- No -
La punta di un dito le toccò il lato del viso, vicino all’occhio – Sento la tensione qui – mormorò lui – E qui – il dito scivolò all’angolo della sua bocca, strappandole un brivido.
- Sì, - concluse lui, ritraendosi – stai mentendo -

 

 

Luci provenienti dall'interno delle mura illuminavano a sprazzi quella densa massa fumosa, come fulmini in un cielo tempestoso.
- Che succede? - domandò Ashton sottovoce. Il suo timbro profondo e calmo era un balsamo per la mente.
Come lo era stato quella maledetta notte.

Share/Save/Bookmark
Last Updated on Thursday, 02 September 2010 12:33
 

Il trailer di Black Friars - L'ordine della Spada

Segui Virginia su

L'ordine della chiave

Ashton o Axel

Ashton o Axel